Rinnovate le cariche dei Csv di Modena e Forlì-Cesena

Nel corso della scorsa settimana si sono tenute le assemblee per il rinnovo delle cariche di Volontariamo e Ass.I.Pro.V, i Csv di Modena e Forlì-Cesena

Il nuovo presidente del Csv di Modena è Alberto Caldana.

Caldana è un insegnante di scuola primaria, classe 1957, ed è stato il  fondatore a Modena dell’associazione Porta Aperta; ha ricoperto il ruolo di assessore ai Servizi Sociali del Comune di Modena dal 1995 al 2004.

 “Tra gli obiettivi del mio mandato c’è sicuramente quello di lavorare sull’attuazione della riforma del terzo settore e in particolare per quanto riguarda il Csv di Modena sull’unificazione con il Csv di Ferrara – dice Caldana ringraziando per il lavoro svolto il presidente uscente Paolo Zarzana che ha dato le dimissioni volontarie per motivi personali – Con il consiglio di cui faccio parte, vogliamo portare avanti la progettazione sociale in un quadro sociale che sta mutando rapidamente e che richiede al volontariato una presenza ancora più incisiva, cercando di sviluppare al massimo il coinvolgimento di tutti i soggetti che partecipano alla vita del Csv”.

 

E’ stato proclamato e riconfermato alla guida di Ass.I.Pro.V. – Csv di Forlì-Cesena il Presidente Leonardo Belli, candidato dall’Associazione Romagnola Ricerca Tumori.

Le parole del Presidente: “Il futuro è incerto e abbiamo preferito convocare l’Assemblea e rinnovare gli organi sociali, consapevoli che non sapremo quanto resteranno in carica, perché entro il 2019 dovremo procedere alla creazione del Csv Romagna come previsto dal “Codice del Terzo Settore” – D. Lgs 117/17.

Anche per questo mandato, vorrei rinnovare il mio impegno e quello del Consiglio Direttivo appena eletto a favore del volontariato locale, che è molto vivo e ricco e merita tutta la nostra attenzione. Il principio che abbiamo sempre seguito e che continueremo a seguire è quello di ascoltare e concretizzare i suggerimenti provenienti dalla base associativa.

Il nostro Csv può offrire un contributo significativo non solo alle associazioni ed ai volontari, ma all’intera comunità, veicolando e diffondendo valori socialmente importanti come la generosità, il rispetto dei diritti, l’attenzione ai bisognosi, l’inclusione sociale, il contrasto alle varie forme di povertà e la gratuità. Siamo al servizio del volontariato  e di tutti coloro che ogni giorno si spendono per gli altri”.

Auguriamo buon lavoro ai presidenti e a tutti i loro consiglieri.